(1856 – 1933)

 

Dopo un breve soggiorno a  Napoli nel 1878, si trasferisce a Firenze per un perfezionamento. Dal 1880 al 1885 vive a Parigi dove risente dell’opera di Rodin e partecipa alle esposizioni annuali del Salon. Nel 1899 soggiorna a Londra. A Roma esegue i gruppi allegorici e le dodici statue del coronamento del Palazzo del PArlamento sul tema “Per volontà della Nazione” (1911-1912). E’ autore del monumento ai Caduti prospiciente la chiesa di San GIacomo a Venezia. Nel 1895 espone e viene premiato alla Biennale di Venezia per l’opera “Derelitta”, oggi conservata nel Museo Revoltella a Trieste. Partecipa alle rassegne della Promotrice di Belle Arti di Torino dal 1896 e nel 1898 presenta “Pia de’ Tolomei”. Collaboratore della manifattura Chini, nel 1902 espone a Torino opere di arte decorativa e applicata. Nella Galleria d’Arte Moderna di Roma è conservato un “Nudo” e “Ragazzo alla Fontana”, quest’ultimo proposto e premiato a Torino nel 1896, mentre nella Galleria d’Arte Moderna di Venezia “La Figlia di Niobe” esposta a Venezia nel 1899. Altre sue opere sono conservate nelle Gallerie d’Arte Moderna di Milano (“La dea Pomona”, marmo), Palermo (“Faunetta”. 1906) e Piacenza, metre in quella di Firenze sono conservati numerosi gessi preparatori.