Auriga di Delfi

E’ uno dei più celebri bronzi della Grecia Classica, databile intorno al 475 a.C.
E’ conservato nel Museo archeologico di Delfi.
Rinvenuta negli scavi del santuario di Apollo a Delfi, faceva parte di una quadriga, commissionata dal tiranno di Gela Polyzalos di Deinomedes nel 478 o 474, forse per ricordare una vittoria ottenuta nella corsa con i carri.
L’autore della statua è sconosciuto; l’ipotesi più probabile è che sia opera di Sotade di Tespie, o di Pitagora di Reggio, o di Pitagora di Samo.

 

Altezza: 180 cm.

 

Tutti i “Capolavori” eseguiti dalla Fonderia Marinelli sono tratti da calchi presi sulle opere originali agli inizi del secolo scorso, posseduti dalla Fonderia quale  patrimonio della Fonderia stessa.