Torso Belvedere

L’opera in marmo dello scultore ateniese Apollonio di Nestore, databile al I secolo a.C., è considerata una copia di un originale bronzeo del II secolo a.C. Fu rinvenuta a Roma agli inizi del XVI secolo e deve il suo nome alla sua prima collocazione all’interno del Cortile di Belvedere. Michelangelo e Raffaello studiarono a lungo l’opera e ne rimasero affascinati. Michelangelo si sarebbe addirittura rifiutato, secondo una leggenda, di restaurarla giudicandola troppo bella per essere modificata.

 

Altezza: 123 cm

 

Tutti i “Capolavori” eseguiti dalla Fonderia Marinelli sono tratti da calchi presi sulle opere originali agli inizi del secolo scorso, posseduti dalla Fonderia quale  patrimonio della Fonderia stessa.